Cosa è la stagionalità e perchè è importante seguirla?

“Negli ultimi decenni, grazie alle nuove tecnologie alimentari, al miglioramento del trasporto delle merci in tutto il mondo, e ai gusti individuali che “fanno mercato”,  sembriamo aver perduto l’abitudine al consumo dei vegetali in base alla stagionalità, mettendo in pratica quotidianamente scelte che hanno evidenti ripercussioni sul sapore dei cibi, sul benessere e la salute generale, senza sottovalutare l’impatto ambientale.” (Dott. Marco De Robertis)

Ormai, con la globalizzazione e le sempre più avanzate tecnologie alimentari, ci siamo abituati ad avere sempre a disposizione sul banco dell’ortofrutta, qualsiasi alimento noi desideriamo.

Perchè è importante consumare i prodotti di stagione?

  • Nutrienti e vitamine

La frutta e la verdura di stagione, soprattutto se parliamo di quelle locali (a chilometro zero), impiegano molto poco tempo ad arrivare sulle nostre tavole, quindi sono più fresche, più saporite e profumate, e conservano una quantità di nutrienti e vitamine decisamente più elevata rispetto alla frutta e alla verdura fuori stagione o di importazione, che devono percorrere molta strada prima di raggiungere le nostre tavole.

  • Meno pesticidi

Quando la frutta e la verdura viene coltivata in stagione richiede molti meno pesticidi affinchè cresca sana. Inoltre, dobbiamo ricordarci che quando frutta e verdura provengono dall’estero, specialmente da paesi extraeuropei, sono soggette a regolamentazioni diverse e spesso meno rigide riguardo l’utilizzo di pesticidi, erbicidi e fungicidi.

  • Impatto ambientale

Acquistare un prodotto a Km zero e di stagione significa evitare il trasporto su lunghe distanze e la refrigerazione per lunghi periodi dei prodotti: questo dà una mano all’ambiente e supporta l’economia locale, permettendo di effettuare un investimento sul proprio territorio e sulla propria (e altrui) salute.

  • Esigenze del nostro organismo

Le nostre esigenze nutrizionali non sono sempre le stesse durante l’anno, ma a seconda della stagione il nostro organismo può aver bisogno di vitamine, oligoelementi e sali minerali differenti; ecco che la natura ci fornisce ciò di cui abbiamo più bisogno.

In inverno, ad esempio, troviamo verdure come cavoli, cavolfiori, broccoli, bietole, spinaci e frutta come arance, mandarini, kiwi, mele, pere, tutti molto ricchi di vitamina C, che ci aiutano a rafforzare le nostre difese immunitarie per far fronte ai malanni dell’inverno. In primavera, invece, predominano carciofi, asparagi, ravanelli, finocchi, fragole, che hanno un effetto diuretico e depurante, perfetti per eliminare un po’ di tossine che potremmo aver accumulato durante l’inverno.                                                                                          In estate invece, il nostro organismo necessita di una maggiore idratazione, in seguito alle elevate temperature che portano un aumento della sudorazione. La natura quindi ci fornisce alimenti ricchi d’acqua, come l’anguria, il melone, i pomodori, peperoni, zucchine e melanzane, che ci garantiscono una corretta idratazione, e grazie a una elevata presenza di  sostanze antiossidanti, proteggono la nostra pelle dai raggi del sole. In autunno, poi, per prepararci al lungo e freddo inverno, abbiamo prodotti molto nutrienti come mele, pere, patate, castagne, zucche, cachi, ricchi di carboidrati e proteine da usare come riserva nel periodo invernale.

 

Facciamo una scelta consapevole sulla tipologia e sulla provenienza degli alimenti che acquistiamo!

La nostra salute e l’ambiente ci saranno grate.